18.1.18

CARO FIGLIO...



Caro figlio:

il governo ti vuole ignorante,
la religione sottomesso,
le multinazionali schiavizzato,
le banche strozzato,
la giustizia prigioniero.
Così quando ti chiedo di studiare, è perché desidero saperti libero.
La conoscenza è la tua arma migliore.

DALLA STRAGE DI USTICA AL CACCIABOMBARDIERE F35


Dal giornalismo alla propaganda bellica di un costoso cacciabombardiere nucleare acquistato dall'Italia sottraendo denaro pubblico alla sanità, all'istruzione e alla cultura, per fare la guerra!

16.1.18

SOSTIENI SU LA TESTA!

Questo diario internautico autofinanziato dall'autore, attivato nel 2012 ha totalizzato a tutt'oggi 14 milioni e mezzo di visualizzazioni, ed ha fornito gratuitamente informazioni e contenuti. Un'indagine giornalistica realizzata sul campo costa fatica, tempo, rischio, sudore e denaro. La ricerca indipendente va aiutata concretamente. Chi volesse sostenere questo progetto di informazione libera e indipendente, può fare una donazione al seguente conto corrente di Poste italiane:

       iban:


IT80 J076 0115 7000 0009 3227 742

15.1.18

ITALIA: MARI ESPLOSIVI!

 

Aree interessate dal fenomeno: Puglia, Campania, Sardegna, Sicilia, Abruzzo, Romagna, Marche, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lago di Garda, Isola di Ischia.

 IN USCITA IL 22 GENNAIO 2018


12.1.18

IL SEGRETO DI STATO SULL’OMICIDIO DI ALDO MORO



Roma (9 maggio 1978, via Caetani

Una vergogna all'italiana in un ex bel paese incivile ed antidemocratico. Dopo 40 anni, processi, commissioni parlamentari e tante menzogne istituzionali, le carte sono ancora coperte dal segreto indicibile. Una cosa è certa: i brigatisti rossi, accordatisi con apparati di vertice dello Stato tricolore, hanno sempre mentito sulla versione dei fatti.

«La decisione di far uccidere Moro non venne presa alla leggera. Ne discutemmo a lungo, perché a nessuno piace sacrificare delle vite. Ma Cossiga mantenne ferma la rotta e così arrivammo a una soluzione molto difficile, soprattutto per lui. Con la sua morte impedimmo a Berlinguer di arrivare al potere e di evitare così la destabilizzazione dell’Italia e dell’Europa». 

Così parlò nel 2006 Steve Pieczenik, il consigliere di Stato USA, chiamato al fianco di Francesco Cossiga per risolvere la condizione di crisi, in un’intervista pubblicata in Francia dal giornalista Emmanuel Amara, nel libro Nous avons tué Aldo Moro. 

11.1.18

BAMBINI



Un bambino è un essere umano straordinario, ricco di meraviglia, stupore ed amore verso il prossimo. I bambini non sono cavie.  I bambini sono il presente ed il futuro, il sale della terra da proteggere a qualsiasi costo, al prezzo anche della nostra esistenza.

Un bambino risponde «grazie» perché ha sentito che è il tuo modo di rispondere a una gentilezza, non perché gli insegni a dirlo.

Un bambino è un essere pensante, pieno di dignità, di orgoglio, di desiderio di autonomia, non sostituirti a lui, ricorda che la sua implicita richiesta è «aiutami a fare da solo».

Un bambino non apre un libro perché riceve un’imposizione, ma perché è spinto dalla curiosità di capire cosa ci sia di tanto meraviglioso nell’oggetto che voi tenete sempre in mano con quell’aria tra le nuvole.

Un bambino ha fiducia nell’amore quando cresce in un esempio di amore, anche se la coppia con cui vive non è quella dei suoi genitori. L’ipocrisia dello stare insieme per i figli alleva esseri umani terrorizzati dai sentimenti.

Un bambino sempre attivo è un bambino pieno di energia, ma non è un paziente da imbottire di psicofarmaci.

Un bambino troppo pulito non è un bambino felice. La terra, il fango, la sabbia, le pozzanghere, gli animali, la neve, sono tutti elementi con cui lui vuole e deve entrare in contatto.

Un bambino pone sempre tante domande. Inutile indossare un sorriso sul volto per celare la malinconia, il bambino percepisce il dolore, lo legge, attraverso la sua lente sensibile, nella luce velata dei tuoi occhi. 

Un bambino merita sempre la verità, anche quando è difficile, vale la pena trovare il modo giusto per raccontare con delicatezza quello che accade utilizzando un linguaggio che lui possa comprendere.

Un bambino crede nelle fate e negli gnomi se ci credi anche tu. Un bambino è il più grande dono della vita, onoriamolo con cura.

SCIE BELLICHE






Va in onda da decenni un avvelenamento di massa. Non a caso dal 1978 è in vigore la convenzione Enmod dell’ONU che vieta - almeno sulla carta - la guerra ambientale, ratificata in Italia con la legge 962 del 1980, a firma del presidente della Repubblica Sandro Pertini. Lo Space Preservation Act è un disegno di legge ufficialmente proposto alla Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti d'America da parte del rappresentante dell'Ohio Dennis Kucinich. L'atto doveva servire per "preservare l'utilizzo cooperativo e pacifico dello spazio a beneficio di tutta l'umanità". La prima stesura, presentata il 2 ottobre 2001 e denominata HR2977, proponeva di mettere al bando e proibire l’utilizzo del sistema d’arma esotica “chemtrails” (scie chimiche). Il disegno di legge chiarisce che la categoria "armi esotiche" include tutte quelle armi progettate per danneggiare lo spazio o l’ecosistema naturale (come la ionosfera e l’alta atmosfera), o il clima, o il tempo atmosferico, e i sistemi tettonici che abbiano lo scopo di indurre danni e distruzione su una popolazione bersaglio o su una regione sulla terra o nello spazio. È curioso che si chieda ufficialmente di mettere al bando qualcosa che non esiste.

SCIE BELLICHE NEI LIBRI DI SCUOLA





10.1.18

USCITE DA FACEBOOK


COME MAI?

Come ai tempi dell'Unione Sovietica: l'interesse generale prevale sui diritti dei singoli cittadini. Poi però abbiamo orde di clandestini che bivaccano nel bel paese senza esser mai stati vaccinati, altri vengono per turismo senza presentarsi con un certificato sanitario attendibile, altri ancora invece soggiornano in nazioni a rischio sanitario, per poi tornare senza esser messi in quarantena. Però questi diritti dei singoli cittadini sono superiori all'interesse generale. O tutti o nessuno. Più che un mistero pare un miracolo con due pesi e due misure.


PER CHI NON VOTARE



Bentornati nella colonia Italia subalterna a Washington ma non solo. Siamo senza sovranità: non c’è più lavoro e dignità. Non abbiamo neanche più il diritto alla salute, ormai con le multinazionali farmaceutiche presenti nei gangli statali. Uscire dalla NATO, fuori dalla guerra, senza bombe atomiche a stelle e strisce: nessuno di questi punti è presente nei programmi elettorali di quelli che aspirano per conto terzi a sedere su una poltrona parlamentare. A dirla tutta: i trattati europei - da cui bisogna recedere unilateralmente - sono assolutamente incompatibili con la Costituzione italiana. All’interno del sistema tricolore telecomandato dall’estero, non c’è stata alcuna seria opposizione. I grullini (una nuova casta di politicanti votati alla "massima copertura vaccinale") sono serviti a narcotizzare la protesta civile. Peggio: un parlamento illegale ha sfornato un’altra legge elettorale incostituzionale, ossia fuorilegge. Gli italiani saranno portati a votare dei già nominati dai partiti. É già andato in onda l’ennesimo colpo di Stato senza carri armati. Un fatto è certo: più di metà della popolazione italiana non parteciperà alla prossima farsa elettorale.

9.1.18

GIOCO D'AZZARDO "LEGALIZZATO"




CASSAZIONE: “CHIUDERE LE SCUOLE A RISCHIO SISMICO”




Sì al sequestro di scuole non in regola con i criteri antisismici. La suprema corte si è pronunciata con la sentenza numero 00190, depositata l'8 gennaio 2018: «nel carattere non prevedibile dei terremoti, la regola tecnica di edificazione è ispirata alla finalità di contenimento del rischio di verificazione dell’evento». Per questo «la inosservanza della regola tecnica di edificazione proporzionata al rischio sismico di zona, anche ove quest’ultimo si attesti su percentuali basse di verificabilità, integra pur sempre la violazione di una norma di aggravamento del pericolo e come tale va indagata e rileva ai fini dell’applicabilità del sequestro preventivo».

6.1.18

ATTENTI A FACEBOOK

Ho scoperto casualmente che ignoti stanno sfruttando il mio nome su facebook. Con il suddetto "social network" non ho nulla da spartire e non ho alcun profilo personale. Dunque, fate attenzione a chi vi spaccia e/o propina qualcosa!

4.1.18

NEMESI MEDICA




Un invito alla lettura per sciogliere il pensiero dai vincoli dei luoghi comuni e stimolare una percezione diversa della realtà, dell'ecologia, della vita, dello spazio, del tempo e del corpo umano. «La iatrogenesi è clinica quando il dolore, la malattia e la morte sono il frutto di cure mediche; è sociale quando le politiche sanitarie rafforzano un'organizzazione industriale che genera malessere; è culturale e simbolica quando un comportamento e una serie di illusioni promossi dalla medicina restringono l'autonomia vitale degli individui insidiando la loro capacità di crescere, di aver cura l'uno dell'altro e di invecchiare, o quando l'intervento medico mutila le possibilità personali di far fronte al dolore, all'invalidità, all'angoscia e alla morte». Parola di Ivan Illich: il famoso saggio è stato pubblicato nel 1976, ma è d’attualità visto il dilagare del totalitarismo vaccinale. Ivan Illich (scomparso nel 2002) è stato uno di quei rari pensatori che riescono a mantenersi sempre coerenti tra ciò che affermano e ciò che fanno nella vita.

3.1.18

ARIA CONTAMINATA!



Italia: aerosolchemioterapia bellica (foto Gilan - tutti i diritti riservati)

L'Europa e l'Italia ormai sono state ridotte ad una gigantesca camera a gas. Oggi la morte viene dal cielo sotto mentite spoglie. L’aria non conosce frontiere locali, nazionali o internazionali. Tutto ciò che viene scaricato nella troposfera entra nel ciclo biologico, e così lo respiriamo, ingeriamo o assorbiamo inavvertitamente, a partire dagli scarichi rilasciati dagli aeromobili. L’inquinamento atmosferico e chimico inducono stress ossidativo e depressione del sistema immunitario.

Riferimenti: